versione italiana english version

Le Langhe laboratorio dell’economia circolare

Articolo sulla Stampalogo_stampa

Sbarca in Piemonte la “Circonomia”. È la nuova frontiera proposta dalla cosiddetta “economia circolare”, basata su riciclo, riuso e recupero, e che può essere definita una fusione virtuosa tra interesse economico e interesse ambientale, non più contrapposti. Per tre giorni, dal 20 al 22 maggio, tra Alba, Fossano e Novello, il cuore delle Langhe, si svolgerà tra incontri, eventi e dibattiti il primo Festival dell’Economia Circolare, organizzato da GMI, Erica e il Gruppo Egea, con il Patrocinio del Ministero delle Politiche agricole e della Regione Piemonte.

Economia “circolare” significa produrre beni e servizi reintegrando negli ecosistemi (biodegradabilità) o rivalorizzando economicamente attraverso riutilizzo, riciclo e recupero i materiali che residuano dal processo produttivo: materiali che invece nell’economia “lineare” diventano rifiuti. Significa dunque procedere verso un’economia radicalmente rinnovata, che non solo supera il conflitto tradizionale tra economia e ambiente, ma va oltre anche alla mera richiesta di un’economia a ridotto impatto ambientale. Un progetto che ridisegna lo stesso concetto di benessere economico, e che apre la strada alla frontiera dei posti di lavoro “verdi”.

L’ambizione di Circonomia, Festival pensato per un pubblico largo e non solo di “addetti ai lavori”, è “mettere in mostra” le idee, le discussioni, le economie, le buone pratiche imprenditoriali e amministrative, i cambiamenti sociali e culturali che hanno in comune l’attenzione al paradigma ecologico, al tema del rapporto tra l’agire umano e la salute degli ecosistemi, e che già stanno trasformando i modi di produrre e di competere nell’economia e gli stili di vita nella società.

Circonomia sarà già da questa prima edizione un Festival diffuso e policentrico, come diffusa e policentrica è l’economia circolare. E collegherà strettamente l riflessione sull’economia circolare alla dimensione dello sviluppo locale: per questo si svolge in Piemonte, dove sono nate e hanno avuto successo significative esperienze di economia circolare, dalla chimica verde al modello agroalimentare a «chilometro zero»; per questo si svolge ad Alba e nelle Langhe, territori che esprimono una vocazione impareggiabile a coniugare qualità socio-ambientale e dinamismo economico.

Il Festival sarà aperto venerdì 20 alle 10 presso il Teatro Sociale di Alba, da una lectio magistralis di Jean-Paul Fitoussi, economista francese, in sostituzione del Premio Nobel Amartya Sen inizialmente previsto e impossibilitato a partecipare per problemi di salute. La lectio sarà rivolta ai ragazzi delle scuole superiori di Alba e agli studenti della facoltà di Economia dell’Università di Torino, e avrà come tema: “Economia, benessere, progresso: le priorità di oggi”. A moderare ci sarà Giorgia Marino, giornalista de La Stampa – TuttoGreen. Sempre venerdì e sempre al Teatro Sociale di Alba a partire dalle 18 si terrà una tavola rotonda che vedrà Jean-Paul Fitoussi dialogare con il Presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, l’amministratore delegato di Novamont, Catia Bastioli, il presidente nazionale di Legambiente Rossella Muroni e Michele Ziosi, vice president CNH Industrial. A moderare l’incontro sarà Dario Laruffa, giornalista del TG2.

Il giorno successivo, sabato 21, a Fossano è in programma al mattino (9-13,30) il convegno “Economia Circolare e sviluppo locale: dove va l’Italia dei Comuni?”, a cui prenderanno parte politici locali e nazionali, esponenti del mondo industriale e ambientale. Il programma prevede infatti interventi dei Ministri Graziano Delrio ed Enrico Costa, il Presidente della Commissione Ambiente della Camera Ermete Realacci, gli europarlamentari Alberto Cirio e Simona Bonafè, relatrice del pacchetto Economia Circolare al Parlamento Europeo. Le conclusioni saranno affidate al Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Gian Luca Galletti.

Nel pomeriggio, dalle 18,30, Circonomia si sposterà a Novello per una serie di incontri che vedranno esponenti del mondo della letteratura, del giornalismo e dell’ambiente confrontarsi sui temi dell’economia circolare. Si parte con un appuntamento sul “Packaging vitivinicolo come strumento di promozione dei territori dell’Unesco”, mentre dalle 21 introdotti da Oscar Farinetti si svolgeranno due confronti: il primo tra Carlo Petrini e Marcello Masi sull’economia circolare in ambito enogastronomico e a seguire lo scrittore Gianrico Carofiglio dialogherà con il giornalista Gianni Mura.

Domenica 22 Circonomia troverà casa interamente a Novello: a partire dalle 9 sono infatti in programma nel paese nel cuore del territorio patrimonio Unesco una serie di iniziative rivolte al pubblico, come “L’Angolo Circolare”, uno spazio dove verranno presentati progetti e iniziative del territorio sulla moda degli Speaker’s corner di Hyde Park a Londra; i laboratori di riuso creativo dell’alluminio “La Parola Prende Forma” in collaborazione con CiAl, proiezioni di filmati a carattere ambientale, tavole rotonde in collaborazione con la Regione Piemonte e il Comune di Novello. Ci sarà spazio anche per lo sport, con un triangolare di calcio che vedrà di fronte la Nazionale per l’Ambiente, una selezione di Sindaci del territorio e una Selezione di Rifugiati. Inoltre, ci saranno degli eco-stand con mercato dei produttori, cucine di strada e informativi.

Taggato su: ,